Azzorre - Hotel Caravelas

Azzorre – Hotel Caravelas

 

 

Sito a Madalena, sull’Isola di Pico, l’Hotel Caravelas è circondato su 3 lati dall’Oceano Atlantico e offre vedute dell’Isola di Faial, una piscina all’aperto, una reception attiva 24 ore su 24 e un servizio di autonoleggio. Dotate di accesso a balconi privati con vista sull’oceano o sul Monte Pico, le camere dell’Hotel Caravelas dispongono di aria condizionata, TV satellitare a schermo piatto, minibar e bagno interno. Il ristorante dell’hotel vi attende ogni giorno con una colazione a buffet, e il bar propone bevande analcoliche e il rinomato vino di Pico. Nei dintorni della struttura troverete un gran numero di caffè specializzati in pietanze tipiche delle Azzorre. Con un parcheggio gratuito, l’hotel sorge a 10 km dall’aeroporto di Pico, con collegamenti diretti per Lisbona. La struttura è immersa nel paesaggio di Pico, sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO, famoso per la sua tradizione vinicola. L’hotel costituisce un punto di partenza per andare alla scoperta dei tipici vigneti locali.

Le immersioni assicurano momenti veramente emozionanti.
Blue shark ed occasionalmente mako si ammirano in una immersione molto facile ma altrettanto spettacolare al largo dell’isola di Fajal. Il punto d’immersione si raggiunge in circa un’ ora di gommone, si aspetta l’arrivo dei blue shark e poi si scende in acqua uno alla volta e si rimane attaccati o in prossimità di una cima calata dal gommone ad una profondità’ massima di 10 mt. L’immersione dura circa 60/70 minuti ed anche più’.
Le mobula sono visibili in una immersione sulla secca di Princess Alice. La secca si trova a circa tre ore di navigazione da Pico, durante il tragitto si avvistano delfini, capodogli, balene. Una volta arrivati sulla secca, il cappello si trova ad una profondità’ di 30 mt, vengono calate le cime dalla barca e come per l’immersione con i blue shark si scende in acqua e ci si posiziona ad una profondità’ di circa 10 mt. Le mobula volteggiano intorno a noi. Chi lo desidera puo’ anche scendere lungo la cima dell’ancora e visitare il cappello della secca dove spesso di vedono barracuda e pesce di passo, tonni e pesce spada, ma la corrente potrebbe essere molto forte.
Le immersioni lungo la costa di Pico o Fajal vengono effettuate partendo dalla riva o con la barca. Il fondale e’ formato da rocce scure di origine vulcanica ed ogni immersione e’ adatta sia per i fotografi che amano fare foto ambiente sia per quelli che desiderano fotografare macro.

L’escursioni più’ belle sono il whale whatching e lo snorkeling con i delfini. Possono essere avvistati i capodogli, 5 tipi differenti di delfini, diversi tipi di balene. L’isola di Pico offre anche molti spunti per le escursioni a terra. E’ possibile visitare il vulcano e fare trekking sulle sue pendici. E’ possibile organizzare gite con la mountain bike, visite ai vigneti e degustazione nelle locali cantine che producono i pregiati vini. I vigneti delle Azzorre sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità’.

Documenti: Se siete cittadini dell’Unione Europea non ci sono problemi. Le isole Azzorre sono parte del Portogallo quindi è sufficiente avere la carta d’identità in corso di validità e valida per l’espatrio. Se dovete guidare la patente italiana in regola andrà benissimo.
Cellulari e telefoni: Esistono diversi operatori mobili (Vodafone, TMN e Optimus). I cellulari normalmente funzionano senza difficoltà e con ottima ricezione; in ogni caso contattate il vostro gestore prima della partenza per qualsiasi chiarimento. Le zone wi-fi non sono diffusissime, anche negli hotel il collegamento wi-fi non sempre è gratuito.
Fuso orario: meno 1 GMT di conseguenza meno 2 rispetto all’Italia . Controlla la cartina delle Azzorre.
Lingua: lingua ufficiale delle Azzorre è il portoghese ed è anche la lingua effettivamente parlata dalla popolazione. Ciascuna isola ha comunque una tipica inflessione dialettale che, ovviamente, gli Azoreani riconoscono con facilità e ci sono alcuni vocaboli portoghesi tipici solo delle isole Azzorre. Alle Azzorre, soprattutto nelle isole principali potrete trovare diverse persone che parlano in inglese e, a Faial e Flores, si parla anche un po’ di francese, estremamente difficile che qualcuno parli italiano ma certo non ci saranno problemi di comprensione perché le lingue sono simili e perché gli abitanti delle Azzorre sono persone molto disponibili e cortesi.
Moneta: La moneta è l’Euro. Le carte di credito non sono accettate ovunque, quindi molto importante averle con sé ricordando però di chiedere se vengono accettate prima di effettuare gli acquisti o, peggio, prima di mangiare al ristorante. Sull’isola di Pico ci sono sportelli ATM e banche. Per il prelievo di contante con il bancomat ricordarsi di far togliere dalla propria banca eventuali limitazioni territoriali.
Elettricità: La corrente è 220 volts con le prese come quelle italiane.
Religione: Le Azzorre sono e sono sempre state cattoliche. Sono stati i francescani a creare le prime scuole e sono stati i cattolici a costruire chiese e conventi. I parroci cattolici hanno sempre avuto grande importanza. Ci sono comunque alcune chiese protestati, costruite nell’800 per venire incontro alle esigenze dei mercanti inglesi che si erano trasferiti qui. Seppure sia una piccola minoranza, si è sempre avuta una presenza di ebrei, originariamente provenienti dal nord Africa.
Clima: L’arcipelago delle Azzorre considerata la sua posizione nel nord Atlantico, è costantemente in contatto con correnti di alta pressione e masse d’aria provenienti sia dai tropici che dal nord e, anche grazie al fatto che si trovano nel mezzo dell’Oceano godono di un clima marittimo temperato caratterizzato da temperature piacevoli con piccole variazioni durante tutto l’arco dell’annoI mesi invernali sono un poco più piovosi rispetto a quelli estivi. La temperatura media annuale è di 18°C, con temperature medie in gennaio, il mese più freddo, di 14/15 gradi. Le temperature da giugno ad agosto, i mesi più caldi, tra 24° e 28° C. Grazie alla corrente del Golfo la temperatura dell’acqua nei mesi estivi e di circa 24/26° C calda e gradevole. Il periodo migliore per un viaggio alle Azzorre è da inizio aprile a fine ottobre anche se comunque le Azzorre offrono una atmosfera di grande piacevolezza in ogni periodo dell’anno. Ricordiamo poi l’anticiclone delle Azzorre che ha grande influenza sul clima di una vastissima area incluso il bacino del Mediterraneo e gran parte dell’Europa.
Tasse: Dal 2015 è stata introdotta a Lisbona la city tax di 1 euro per notte da pagarsi direttamente in albergo.
Diving centre: Il vs diving centre è il Pico Sport/Scuba Azores con base sul porticciolo turistico della cittadina di Madalena. Il Pico Sport è un attrezzatissimo diving centre che all’occorrenza può noleggiarvi l’attrezzatura subacquea di cui necessitate.
Madalena: La cittadina di Maddalena, capitale dell’isola di Pico, è molto piccola e si gira comodamente a piedi. La Cittadina è tutta raccolta intorno alla sua chiesa. Dietro la chiesa è presente un supermarket molto fornito. Ci sono bar e pasticcerie dove poter fare colazione oppure mangiare qualcosa di veloce. Sono presenti molti ristorantini che offrono specialità portoghesi.

TOP

Questo sito utilizza cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. MAGGIORI INFO

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi