Madagascar – Nosy Be Hotel & Spa

Madagascar – Nosy Be Hotel & Spa

Situato lungo un tratto privato della spiaggia di Bellevue, il Nosy Be Hotel & Spa offre viste panoramiche sull’Oceano Indiano, un centro benessere e fitness, una piscina all’aperto e un ristorante. Alcune con vista mare, le camere e i bungalow vantano viste sul giardino e dispongono di aria condizionata, area salotto con TV satellitare e minibar, bagno con accappatoio, pantofole e set di cortesia, e letti con zanzariera. Il ristorante propone una varietà di piatti della cucina locale e internazionale. Inoltre potrete sorseggiare cocktail presso il patio a bordo piscina o sulla spiaggia. Il centro benessere comprende una serie di massaggi e trattamenti. Il WiFi è gratuito in tutte le aree. Il Nosy Be Hotel & Spa dista 5 minuti in auto da Palm Beach, 10 minuti in auto da Crater Bay e 40 minuti in auto dall’Aeroporto di Fascene.

Il diving da noi utilizzato in Madagascar è il Manta Diving

I fondali in Madagascar  offrono una miriade di divertimenti per ogni tipo di subacqueo, anche il sub più pretenzioso lascerà quest’isola con il sorriso in bocca, gli occhi scintillanti e con un pezzettino di cuore in meno. Siamo in “Madagascar”… non so se mi spiego!?

Tutte le immersioni  sono in mare aperto, si scende nel blue seguendo una cima che ci condurrà ad un fondale minimo di 10 mt, in alcuni casi invece troveremo il fondo anche a 25/29 mt dipendentemente se in alta o in bassa marea. Altro metodo che si utilizza per scendere…molto più adrenalinico…è in discesa libera trascinati dalla corrente nel profondo blue fino a quando dal nulla eccole… pareti ornate di gorgonie, a frangente, verticali, con o senza pinnacoli intorno. Molti sono i pianori che si possono trovare e che offrono dei coral garden intatti e pullulanti di vita. Delle gobbe dal fondale misto danno vita ad infinite distese di gorgonie. Delle zone d’acqua chiara all’orizzonte, ci fanno individuare delle secche in mezzo al mare che lasciati i loro top delle piccole paretine ospitano abitanti di ogni genere e dimensione. Dei relitti adagiati sulla sabbia vengono avvolti da nubi di pesci coloratissimi che sfrecciano veloci tra le nostre gambe. I siti sono raggiungibili con tempi che vanno dai 20 ai 60 minuti di navigazione fino ad 1h e 45 min per il Canale del Mozambico indipendentemente dalle condizioni meteo marine. Molte immersioni sono adatte anche ai primi livelli, ma per garantire il massimo del divertimento consigliamo di essere in possesso di almeno un brevetto di livello avanzato.

Nelle zone limitrofe alle coste (1 miglio più o meno) troviamo un fondale sedimentoso per la stretta vicinanza ai vari mangrovieti che esistono lungo il litorale di Nosy Be da dove sfociano anche dei piccoli fiumiciattoli. Grazie al grande nutrimento che esiste in questa fascia non possiamo dire che la visibilità sia ottimale come capita invece spostandoci più verso il largo. Tuttavia sono presenti dei divespots che se seguirete l’occhio attento delle guide e il loro fiuto vi lasceranno a bocca aperta, non tanto per la conformazione del fondale che risulta essere piatto o con conformazioni di corallo non coloratissime, ma ben si per ciò che in essi si può trovare. Micro vita a go go pronta a far scattare a qualsiasi fotografo la frenesia del clic.

Spostandoci più verso il largo cominciamo ad avere una visibilità migliore, da notare che essa dipenderà anche non tanto dalla distanza che uno percorre in mare ma dalla tipologia di corrente, Montante o Discendente, non che dalle fasi lunari che influenzano le acque e la scelta delle immersioni in questo angolo di Oceano. A circa 4/5 miglia dalla costa in direzione NW troviamo alcune delle più belle immersioni. Raggiunto il fondo non troveremo delle pareti, ma ben si una conformazione misto a gobbe, piccoli pinnacoli, coral garden e un relitto (il relitto più bello si trova invece a Sud) il tutto in un esplosione di colori sgargianti. Qui si possono fare incontri con micro vita, murene, pesce prevalentemente bentonico, carangidi in caccia. Non è difficile fare incontri particolari con grandi trigoni e qualche squaletto di barriera.

Ci troviamo tra le 8 e le 28 miglia dalla costa, qui iniziano le pareti. Come dicevamo in precedenza si possono esplorare in diversi modi, ciò dipenderà dal coefficiente della marea, ma in primis dal livello di preparazione del subacqueo. Utilizzando una cima di discesa troviamo i plateau tra 10/19 mt,ricchi di coralli ancora intatti, con la loro biodiversità ci condurranno ai drop-off, qui la scelta a seconda del sito d’immersione; rimanere sui 20/23 mt e lasciarci trasportare dalla corrente mentre il pelagico scorre fronte ai nostri occhi increduli o scendere più in profondità fino a raggiungere i 40 mt esplorando grandi pinnacoli completamente ricoperti di gorgonie, passaggi nei tunnel o tra gli archi formati dalle Anella. Altro metodo, scendere nel blue ed aspettare che esse appaiono innanzi a noi mentre si sfondano muri di fucilieri. In queste zone in situazione di marea Montante si possono fare incontri con dei grandi predatori. La visibilità è quasi sempre ottimale, tutta via anche a largo essa dipenderà dai fattori stagione, Luna e correnti.

Non limitatevi al solo mare… sempre che l’acqua salata non sia vitale per voi come per noi… il Madagascar offre angoli di paradiso in lungo e in largo in tutto l’entroterra

Riserva Naturale Integrale di Lokobe
Raggiunto il villaggio di pescatori ad Ambatusawavi per mezzo di una navetta, lasceremo le quattro ruote per munirci di piroga e remo iniziando la nostra avventura pagaiando tra le mangrovie prima di raggiungere le coste del villaggio di Ampassipoi. Un meritato riposo, frutta e bevande ci aspettano prima di proseguire il nostro percorso addentrandoci nella Riserva Naturale di Lokobe di quasi 800 ettari, l’unica vera parte di foresta primaria presente a Nosy Be. Un po’ di energia in più non guasta mai. I nostri flash adempiranno il loro dovere non appena si entra nella foresta che offre una flora e fauna unica a Nosy Be. Camaleonti nani, uruplatus,boa costrittore, lemuri di varie specie tra cui il “donnola” e oltre 40 specie di uccelli come il pigliamosche del paradiso e il martin pescatore pigmeo, ci attendono nel loro abitat naturale.

•Baia di Andilana
Una mattinata in compagnia di un mare e una spiaggia da cartolina senza doverci spostare con la barca, Andilana è la baia più grande e tra le più belle di tutta Nosy Be. Il mare possiede tutte le sfumature dell’azzurro. La moltitudine di boutique presenti sulla spiaggia con le signore locali donano quel tocco di serenità, gioia e allegria malgrado le differenti realtà del Madagascar.

•I laghi vulcanici
Sono 7 laghi immersi nella natura più selvaggia di Nosy Be, popolati da numerosi coccodrilli considerati sacri dalla religione animista perché reincarnazione degli antenati, visibili a volte sulle sponde altre con un cannocchiale

• Mont Passot per ammirare il tramonto
Prima dell’orario del tramonto, raggiungeremo la vetta più alta dell’isola ha un’altezza di circa 324 m con una visuale a 360° su tutto l’arcipelago. Ammireremo un tramonto di incomparabile suggestione fino all’ultimo raggio che rifletterà su 7 dei 12 laghi vulcanici presenti sull’isola. Camere fotografiche alla mano per portar a casa un angolo d’Africa.

• L’albero sacro
Un grandeficus indiano (baniano) che da solo da vita a una piccola foresta di 5000 mq. Una guida locale vi fornirà spiegazioni sui loro rituali e vi introdurrà nel mondo dei “Sakalava”(un etnia del Madagascar) attraverso una piccola galleria fotografica.

•La cascata Sacra
Scendendo per un sentiero in compagnia di bambini incuriositi della nostra presenza entreremo nella “Cattedrale Animista di Nosy Be”. Arrivati in fondo, fronte ai nostri occhi un grande anfiteatro le cui pareti ricoperte di felci verde vivace, dove sbocca una cascata che da vita ad un piccolo laghetto dove è possibile bagnarsi…le sue acque sicure, ma fredde, placheranno il caldo che avvolge Nosy Be.

• Visita ad Hell Ville ed al Mercato
Hell Ville è la capitale di Nosy Be dove si concentrano tutte le attività economiche dell’isola. Vicino al porto si possono vedere i vecchi edifici coloniali. Nei vari negozi sparsi lungo la via principale c’è la possibilità di acquistare prodotti d’artigianato locale a buon prezzo. È anche sede di un mercato giornaliero, dove potrete vivere contrattazioni animate per l’acquisto di frutta, pesce, carne e spezie di tutti i tipi.

 

Passaporto: in corso di validità con scadenza non inferiore a 6 mesi dalla data di rientro in Italia e deve avere almeno una pagina libera per il visto.

Visto: il visto turistico sarà applicato sul vostro passaporto per la durata corrispondente al vostro soggiorno. Gratuito per soggiorni inferiori ad un mese, mentre fino a tre mesi il costo è intorno ai 62 €. La tassa aeroportuale di sicurezza invece, è compresa nel vostro biglietto aereo.

Vaccinazioni: non è obbligatoria alcuna vaccinazione. Consigliata la profilassi antimalarica e la vaccinazione contro l’epatite A.

Fuso Orario: + 2 ore quando in Italia è in vigore l’orario solare e + 1 ora quando in Italia è in vigore l’orario legale.

Moneta: Sono in circolazione 2 monete differenti, il Franco Malgascio che viene ritirato man mano dagli Istituti di Credito e l’Ariary, la nuova moneta. 1 Ariary (MGA) = 5 Franchi Malgasci (FMG). Il cambio con le monete occidentali è molto fluttuante !!! 1 Euro = 3.450 MGA (gennaio 2016).

Lingua: la lingua ufficiale è il malgascio; il francese è conosciuto solo nelle città; la lingua italiana e inglese viene parlata solo da alcune guide e dal personale di alcuni hotel.

Clima: Caldo-umido ad est. Più secco e soleggiato a ovest. Tropicale nell’entroterra. Poco piovoso a sud. Da novembre ad aprile stagione calda e piovosa; da maggio a ottobre stagione secca e fresca. Nell’entroterra e nella capitale clima stabile con temperature medie di 18°-20°. È preferibile visitare il paese durante la stagione secca, da maggio ad ottobre.

Telecomunicazioni: Prefissi: dall’ ltalia 00261; per l’Italia 0039 Copertura mobile, voce e dati: sì

Fuso orario: Più due ore quando in Italia è in vigore l’ora solare, più 1 ora quando è in vigore l’ora legale.

Elettricità: 127/220V 50Hz. Spine di tipo C (europea a 2 poli), D (indiana a 3 poli), E (francese a 3 poli) e J (svizzera a 3 poli)

Salute: Raccomandazioni: consumare acqua e bibite in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio, verdura e cibi cotti; sbucciare la frutta. Non bagnarsi in fiumi e laghi d’acqua dolce a causa della biliarziosi. 

Cosa mettere in valigia: Abbigliamento pratico e sportivo; cappellino, occhiali da sole e creme protettive, costume da bagno, scarponcini da trekking e/o scarpe sportive con suola antiscivolo, coltellino multiuso, borraccia, torcia, scarpe in gomma per proteggersi dai coralli; capi più pesanti per la sera; farmaci di uso personale, in quanto poco reperibili in loco.

Hotel: Ad eccezione di alcune strutture che si trovano prevalentemente nell’arcipelago di Nosy Be, nella capitale e in poche altre località, gli hotel in Madagascar sono generalmente piccole e semplici strutture che offrono un servizio basico con camere e boungalow con bagno privato. La capacità alberghiera inoltre è molto limitata e in alcuni periodi è difficile trovare disponibilità di camere. Partecipare ad un tour in Madagascar, significa doversi accontentare della varia tipologie di strutture disponibili che spesso non offrono lo standard occidentale. Diversi hotel non provvisti di gruppo elettrogeno subiscono inoltre black out imposti dall’Ente preposto per l’erogazione di energia elettrica nazionale. Consigliamo quindi di mettere in valigia una torcia elettrica.

Cibo e Bevande: Il riso rappresenta l’elemento fondamentale che viene accompagnato da verdure, carne, pesce. La frutta ad eccezione della costa sud occidentale dove deve essere importata da altre regioni, è diffusa a seconda delle stagioni (agrumi, ananas, mango, papaya, banane, mele, jackfruit, frutto della passione, lichis, ecc ecc…) Generalmente nei Ristoranti e negli hotel la cucina è internazionale con ispirazione da quella francese e italiana.

Mezzi di Trasporto: Lo standard qualitativo dei mezzi di trasporto disponibili in Madagascar è piuttosto basso, i veicoli utilizzati sono generalmente vecchi, nonostante ciò a causa del costo del carburante e delle elevate tasse di importazione il costo del noleggio di autoveicoli è elevato.

TOP

Questo sito utilizza cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. MAGGIORI INFO

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi